Parcoalpimarittime.it
« Torna versione grafica

Il negozio-osteria aprirà nelle prossime settimane

Affidata la gestione de I Bateur

Cinzia (a destra) con la figlia Arianna.

I Bateur, unico negozio (con annessa osteria) a Sant’Anna di Valdieri, a seguito di un bando pubblicato dall’Ente Aree Protette Alpi Marittime è stato affidato a Cinzia Damiano, 45 anni, che nella gestione sarà aiutata dalla figlia Arianna.

Altre due donne che con la loro presenza caratterizzano il paese della Valle Gesso le cui attività imprenditoriali (sei) sono tutte in mani femminili. Una peculiarità che ha contribuito a far conoscere Sant’Anna in tutta Italia, attraverso trasmissioni televisive e radio. A questa curiosità se ne aggiunge un’altra: Damiano ha lo stesso nome delle colleghe del Centro alpino (Cinzia Re) e della Locanda Balma Meris (Cinzia Chiambretto) portando Cinzia a essere il nome più diffuso tra gli operatori della località turistica.

Cinzia Damiano lascia un lavoro sicuro, che l’ha occupata per vent’anni, per ritornare negli stessi locali dove da ragazza, nel 1993, a fianco della mitica Marta Bluotto, proprietaria del Sale e Tabacchi ed emporio di Sant’Anna, fu impegnata come coadiuvante per una stagione estiva. E fu proprio in quel periodo che conobbe il suo futuro marito, Marco Franco, figlio di una famiglia “storica” del paese, attivo nella Proloco e grande conoscitore del territorio.

La nuova gestrice è piena di entusiasmo e si è impegnata ad offrire alla clientela prodotti di qualità e locali, a lavorare in rete, a collaborare con il Parco e ad aderire alla Carta del Turismo sostenibile, presentando due azioni di valorizzazione del patrimonio culturale. I Bateur, soprattutto nei mesi invernali, grazie alla disponibilità di Cinzia continuerà ad essere un presidio sociale, aggregativo e di servizio della popolazione locale. Proprio con lo spirito voluto dal Parco che al momento del pensionamento della signora Marta si fece carico di dare un futuro all’esercizio commerciale. Oltre al negozio e all’osteria, Damiano si occuperà anche dell’apertura al pubblico del Museo della Civiltà della Segale e di attività di valorizzazione dell’Ecomuseo della Segale.

Tra qualche settimana - il tempo per i vari adempimenti burocratici per avviare l’attività - chi andrà per la valle Gesso avrà un nuovo punto di riferimento per fare acquisti, gustare prodotti locali e godere di un nuovo sorriso.


Pagina pubblicata il 22/02/2018 | 08:41


powered by Frequenze Software
Ente di gestione Aree protette delle Alpi Marittime