Parcoalpimarittime.it
« Torna versione grafica

Un luogo dell'anima

Vei del Bouc

Secondo la leggenda, un eremita e il suo caprone riposano sul fondo del lago (A. Rivelli/PNAM).

La leggenda narra di un vecchio ("vei" nel dialetto locale) che viveva in questo luogo appartato e solitario con l'unica compagnia di un caprone ("bouc"). Morto l'animale, il vecchio si spense dopo poco. I monti circostanti, mossi a pietà per la vicenda, coprirono d'acqua i due corpi inanimati, formando così un lago profondo.

Questo luogo dell'anima, solitario e defilato rispetto ai più frequentati itinerari escursionistici, si trova sopra San Giacomo di Entracque verso la Cima dell'Agnel e il Colle del Sabbione. E' un luogo "primordiale" frequentato dall'uomo fin dai tempi più remoti, come dimostrano le incisioni rupestri ritrovate presso un recinto di pietra ai bordi dello specchio d'acqua.


powered by Frequenze Software
Ente di gestione Aree protette delle Alpi Marittime