Parcoalpimarittime.it
« Torna versione grafica

Marittime da sogno

Angoli imperdibili

Un luogo da non perdere, accessibile a tutti: il Pian del Valasco (A. Rivelli/PNAM)

Le Alpi Marittime e ancor più il territorio del Parco sono un mosaico fatto di tessere multiformi: scenari mozzafiato, severe pareti, rilassanti praterie, luci, colori, atmosfere. Probabilmente non basterebbero anni per vedere tutto ciò che merita di essere visto. Anche perché lo stesso scorcio, la stessa vetta, lo stesso vallone, sanno regalare emozioni sempre diverse a seconda del periodo dell'anno o del momento della giornata. Ci sono però luoghi da vedere e da vivere che chiunque voglia farsi un'idea di questo angolo dell'arco alpino non può assolutamente mancare...

Palanfré

La montagna amica in alta Val Grande

Una manciata di baite in pietra ai margini di un grande anfiteatro erboso che si alza verso la Costa del Pianard. Palanfré è la montagna dolce, amica.

Il rifugio Pagarì e la Maledia

Il rifugio più alto delle Marittime

L'anfiteatro che si apre ai piedi della parete nord est della Maledìa, a picco sul ghiacciaio del Pagarì, è un luogo fantastico e selvaggio, una sinfonia di pietra e ghiaccio.

Lagarot e Lourousa

Un angolo di contrasti nel cuore delle Marittime

L'ambiente delle Marittime è un mondo fatto di forti contrasti, di chiaroscuri decisi, forse ancor più di altre zone dell'arco alpino. Provare per credere.

Valasco e Valscura

Il cuore del Parco delle Alpi Marittime

Un grande pianoro pascolivo, il fondo di un lago trasformatosi in una distesa verdeggiante al centro di un catino di rocce rotte, scivoli di pietra, cime innevate. Il cuore del Parco.


powered by Frequenze Software
Ente di gestione Aree protette delle Alpi Marittime