Parcoalpimarittime.it
« Torna versione grafica

Non lontano dal Parco

Cuneo e dintorni

Lo Stura e il viadotto Soleri, uno dei simboli della città di Cuneo (G. Bernardi).

Capoluogo di Provincia, la bella città medievale di Cuneo prende il nome dalla forma dell’altopiano su cui sorge, alla confluenza del torrente Gesso con il fiume Stura: un triangolo con un vertice ben piantato nel cuore della pianura e gli altri due aperti sulle montagne. È stata la città dei sette assedi e della Resistenza al nazi-fascismo, con un passato battagliero e ribelle, ma oggi è piuttosto un tranquillo salotto a cielo aperto, caratterizzato da un’atmosfera di accoglienza e di ospitalità.

Centinaia di metri di portici coccolano i cuneesi e i visitatori a passeggio davanti alle vetrine. Gallerie parallele che partono da via Roma, la strada principale del centro storico, arrivano all'ampia ed elegante Piazza Galimberti e procedono verso le moderne geometrie della città nuova. Un tempo la città era stretta dal severo abbraccio delle mura, oggi è circondata dal verde del Parco Fluviale Gesso Stura. Con i suoi chilometri dedicati alle biciclette e alle passeggiate a un passo dal centro città, Cuneo ha conquistato a buon diritto il titolo di “Capitale verde del Piemonte”.

Da vedere il centro storico: il palazzo del Municipio e le case nobiliari, le chiese di Santa Chiara e di Santa Croce, la sinagoga dell’ex ghetto ebraico, il Teatro Toselli e i palazzi medioevali dominati dal complesso monumentae di San Francesco, restaurato di recente (2011). i musei: il Museo civico e Complesso monumentale di San Francesco, il Museo di Casa Galimberti, il Fondo e mostra permamente del matematico Giuseppe Peano, la Torre civica.


powered by Frequenze Software
Ente di gestione Aree protette delle Alpi Marittime