Parcoalpimarittime.it
« Torna versione grafica

Un paesaggio disegnato dai ghiacciai

Geomorfologia

Durante un'uscita alla scoperta delle rocce del Parco (L. Martinelli/PNAM).

Il Parco delle Alpi Marittime si trova nelle Alpi sudoccidentali, collocate fra il Mar Mediterraneo e la pianura piemontese. Con più di venti cime che superano i 3000 metri, le Marittime sono caratterizzate da valli strette e profonde, chiuse da ripidi versanti. Il segreto del fascino severo di queste montagne sta nella loro storia geologica, scritta nel corso di migliaia di anni dalla roccia e dai ghiacciai.

L'area protetta ha un cuore di roccia cristallina: sono i graniti e gli gneiss del Massiccio dell'Argentera-Mercantour, che occupano le testate dei valloni. Qui si possono apprezzare gli effetti dell'erosione glaciale, che ha modellato il paesaggio fino a conferirgli l'aspetto attuale, costellato di circhi e laghi glaciali, morene e grandi rocce levigate.

Ai confini del Parco si trovano, invece, zone estese di rocce sedimentarie, dove il carsismo ha inciso nei calcari e nelle dolomie forme di erosione e vere e proprie grotte.
La varietà dei tipi di roccia è la chiave per capire l'avvicendarsi di differenti tipi di paesaggi e specie nello spazio di pochi chilometri, in altre parole della straordinaria biodiversità del Parco delle Alpi Marittime.


powered by Frequenze Software
Ente di gestione Aree protette delle Alpi Marittime